Regolamento rifugi

Nel seguente testo il riferimento maschile contiene sempre anche quello femminile. I rifugi della Provincia Autonoma di Bolzano sono, per il turismo alpino, un’importante struttura, di arredo semplice ed originale, che offre riparo e vitto a tutti gli alpinisti. Il seguente regolamento rifugi é stato elaborato dalla Commissione Paritetica per rifugi di proprietà Provinciale e si rivolge a tutti gli ospiti, definendone diritti e doveri, garantendo vivibilità e sicurezza. Valgono comunque tutte le norme di legge che qui non sono espressamente indicate.

1.   Prenotazione

1.1.   Iscrizione nel libro del rifugio

Ogni ospite notturno, al momento dell’arrivo, deve iscriversi nel libro del rifugio, indicando l’obiettivo di gita ed il numero del cellulare per facilitare eventuali ricerche di infortunati o dispersi.

2.   Posti letto

2.1. Diritto di precedenza sui posti letto

Hanno diritto di precedenza su tutti gli ospiti per un posto letto:

  • malati e feriti che non possono essere trasportati a valle;
  • squadre di soccorso in servizio, che alloggiano gratuitamente

2.2. Norme igeniche

Per ogni posto letto è obbligatorio fare uso di sacco lenzuolo.

2.3. Quota di prenotazioni e disdetta

I gestori dei rifugi possono prenotare al massimo il 75% dei posti letto. Tali prenotazioni rimangono valide fino alle ore 18, dopodichè i posti letto verranno distribuiti a seconda degli arrivi. E‘ a scapito dei gestori la libera richiesta di una quota di anticipo e /o di disdetta in caso di rinuncia o mancata venuta. Dettagli verranno resi noti dai singoli gestori.

3.   Tariffe

I gestori dei rifugi sono obbligati a redigere i prezzi per vitto e alloggio confrontandoli con quelli dei rifugi della stessa categoria.

3.1.   Agevolazioni

I gestori dei rifugi hanno la possibilità di applicare condizioni agevolate alle tariffe per vitto e alloggio ai soci di club alpini ed a terzi.

3.2.   Bivacco

In caso di sovraffollamento per sistemazioni di fortuna, sarà garantita una tariffa ridotta.

4.   Vitto

4.1.   Disponibilità di offerta

Dalle ore 12 alle ore 20, come minimo, deve essere offerto almeno un pasto caldo. I gestori die rifugi dovranno offrire la colazione e l’acqua per il té negli orari fissati secondo le necessità momentanee degli alpinisti in loco.

4.2.   Bevande ai minori

Deve essere offerta una bibita analcolica, che sia almeno del 40% più economica di una equivalente birra.

4.3.   Contributo all’infrastruttura

Ospiti che consumano al sacco dovranno dare un contributo di € 2.50 a persona per l’uso delle infrastrutture.

5.   Materiale di Pronto Soccorso

Nel rifugio deve essere messo a disposizione dal gestore del materiale di Pronto Soccorso.

6.   Comportamento in rifugio e nei suoi dintorni

6.1.   Rispetto e smaltimento rifiuti

Ogni visitatore deve avere un comportamento rispettoso sia in rifugio che nei suoi dintorni, così da non disturbare altre persone. Il rifugio ed i suoi dintorni sono da tenere puliti ed ogni ospite ha l’obbligo, in rispetto alla montagna, di portare a valle i rifiuti da lui prodotti.

6.2.   Silenzio

Generalmente dalle ore 22 alle ore 6.00 in rifugio deve esserci silenzio. Gli orari di silenzio devono essere ben visibili. I mattinieri devono comportarsi in modo tale da non disturbare il silenzio del rifugio.

6.3.   Musiche e concerti

Il suono di strumenti musicali deve essere concordato con il gestore del rifugio. I concerti a pagamento non sono normalmente permessi.

6.4.   Radio, televisori e strumenti musicali

Radio, televisori e strumenti musicali non possono essere usati né in sala né nelle stanze né negli ambiti del rifugio. E‘ ammesso l’ascolto delle previsioni metereologiche e del bollettino valanghe così come l’utilizzo di trasmettitori con auricolari al di fuori del periodo di silenzio del rifugio. I gestori del rifugio possono ammettere l’utilizzo in ambienti chiusi, purchè gli ospiti degli ambienti vicini non vengano disturbati.

6.5.   Fumo

In tutto il rifugio è vietato fumare.

6.6.   Comportamento nelle stanze

Nelle stanze è proibito cucinare e mangiare. E‘ vietato entrare con scarponi da sci e pedule. E‘ vietato l’uso di fiamme libere (candele, fornelletti a gas ecc.)

6.7.   Comportamento in mancanza di posto

In mancanza di posto, i posti a sedere nelle sale da pranzo non possono riservati ed è necessario avere riguardo per le persone che sono in attesa.

6.8.   Accesso ai cani

In tutte le stanze è proibito portare i cani, se non in camere apposite dove possono alloggiare anche i cani da soccorso e di accompagnamento per ciechi, che hanno un’importanza particolare. In ogni caso l’accesso ai cani deve comunque essere concordato prima con il gestore del rifugio.

Qualora i cani siano ammessi: può essere richiesta una tassa di pulizia di € 10, possono entrare in rigufio solo se puliti e asciutti per questioni igeniche non possono giacere sul letto e sulle coperte il padrone del cane deve munirsi di apposita coperta per il cane.

6.9.   Danni

Il visitatore è responsabile per ogni danno da lui causato al rifugio o al suo arredamento. Per il comportamento die bambini sono responsabili i genitori o gli accompagnatori.

7. Sorveglianza, rimostranze

7.1.   Diritto del proprietà

I gestori dei rifugi, in rappresentanza die proprietari, svolgono il diritto di proprietà.

7.2.   Rispetto del regolamento

Chi non rispetta il regolamento, può essere espulso dal rifugio.

7.3.   Inoltro di reclami

Reclami e critiche devono essere esposte sul posto. Se ciò non è possibile le stesse devono essere inoltrate per iscritto all’ufficio patrimonio della Provincia Autonoma di Bolzano

Conclusioni

Questo regolamento deve essere esposto in tutti i rifugi per invitare gli ospiti alla presa visione. Un estratto del regolamento, con le norme più importanti che riguardano l’ospite, dovrà essere esposto in modo ben visibile.